Associazione Città Futura - Logo
Attualità
Responsabilità penali e politiche
Nicola Parodi
Il gravissimo incidente ferroviario di Pioltello pare, molto probabilmente, sia dovuto alla rottura di poco più di 20 cm di rotaia. Dico probabilmente perchè chi ha già qualche anno sulle spalle ricorda l’attentato dell’aprile del 1975 nei pressi di Incisa Valdarno. La bomba fece saltare oltre 90 cm di rotaia ma il locomotore e le 18 carrozze pur passando oltre, restarono sui binari e tutto andò per il meglio. Gli esperti in base agli elementi raccolti e allo studio della interazione ruota-rotaia stabiliranno la dinamica dell’incidente e le relative responsabilità penali che potranno essere in carico ai vertici aziendali o più probabilmente  ricadranno su quadri aziendali o su chi “calpesta il ghiaione” come si usa dire in gergo per indicare chi lavora in mezzo ai binari. Certamente non alla “politica”.
Il ministro, sicuramente in perfetta buonafede, ha subito messo in rilievo le centinaia di milioni in più messi a disposizione per la manutenzione intendendo dire che non ci sono quindi responsabilità politiche.
Il prof. Livorsi nel suo intervento <Le elezioni, la democrazia e la “democratura”>[1], nel suo invito al voto “utile”  fa notare “sembra si sia smarrito quello che Max Weber, nel 1918, in La politica come professione, considerava il punto chiave di ogni “vero” agire politico: l’etica della responsabilità, per cui si deve sempre agire tenendo d’occhio - salvo che in taluni casi di vita e di morte – le conseguenze “prevedibili” delle nostre opzioni sulla vita sociale”.
Ma la valutazione delle conseguenze dell’agire politico riguarda solo il cittadino elettore quando traccia un segno su di un simbolo senza peraltro poter scegliere i propri rappresentati demandando tutto ai “Leader”? I “politici di professione” non dovrebbero avere una maggiore responsabilità nel valutare le conseguenze delle loro scelte (ammettendo che abbiano le capacita e la moralità necessaria)? Chissà se sono state valutate al meglio le conseguenze sulla vita sociale e non solo sull’economia (a meno di voler ridurre tutto ad economia) di scelte come i condoni, depenalizzazioni di alcuni reati, leggi sul lavoro ecc.
Ritornando al  tragico incidente di Pioltello è ovvio che un ministro non debba interessarsi della rottura delle rotaie. Un politico deve certamente scegliere come distribuire le risorse disponibili per ottenere i risultati sulla vita sociale in relazione al programma su cui ha richiesto la fiducia agli elettori. Ma distribuire le risorse è soltanto una parte (forse la meno importante) di ciò che un politico deve fare. Oltre che studiarne i bilanci dovrebbe ad esempio, cercare di prevedere le conseguenze dei modelli di conduzione di una SpA pubblica; in particolare quelle in cui la sicurezza è fondamentale come quelle che gestiscono i trasporti, ma non solo.
Non è certo difficile immaginare che un “supermenager” pagato quanto un migliaio di operai sia disposto a fare in modo che i prodotti delle sue fabbriche superino, ad esempio, i test antinquinamento anche con metodi poco ortodossi. E non ha nemmeno bisogno di dare ordini precisi perchè i superpotenti amano circondarsi di persone in grado di capire ciò che il “capo” desidera e provvedere di conseguenza (anche in politica?). Certo se i manager fossero pagati solo quanto 20 operai forse non sarebbero incentivati a correre grossi rischi.
Nel contratto di programma fra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) e RFI vengono fissati dei parametri per valutare l’operato del gestore dell’infrastruttura (RFI) quali: indicatori di puntualità, disponibilità della rete, soddisfazione dei viaggiatori[2] ecc. In caso di mancato rispetto sono stabilite delle penali. Non conosco i contratti dei manager ma non è assurdo immaginare che i premi siano legati anche al raggiungimento di questi obiettivi. La strategia aziendale sicuramente prevede il raggiungimento degli obiettivi fissati dal contratto e tutto il personale sarà spinto a lavorare per la loro realizzazione.
Se il difetto al binario era conosciuto qualcuno avrà fatto la scelta di ritardare l’intervento o di non far rallentare i treni. Ma le scelte che un individuo fa sono anche condizionate dal contesto. Quando ci si trova a fare una scelta, il cui risultato è valutato sfavorevolmente nell’ambiente di lavoro, nel farla si può essere inconsciamente spinti ad accettare un fattore di rischio più elevato per evitare, ad esempio, di causare ritardi ai treni e conseguentemente giudizi negativi sul proprio operato.
Come già detto non è il ministro che deve occuparsi di come vanno fatte le verifiche ai binari. sarebbe però opportuno che valutasse, per le aziende di cui si occupa il suo ministero, se la “governance” sia idonea a raggiungere gli obiettivi che riguardano i cittadini e non solo quelli economici.
Questo tipo di disattenzione non è imputabile solo all’attuale Ministro. Ma ai dubbi sulla efficacia della vigilanza si aggiungono quelli sulla bontà delle strategie del MIT che vanta tra i suoi successi la fusione fra Anas e FS. A me ricorda qualcosa che una volta si definiva “na socra e na pantufla[3]. Ma per noi comuni mortali si tratta di cose inconoscibili!
Quindi perchè mai dovremmo aspettarci che qualche politico annunci, non una inversione, ma almeno qualche piccola correzione di rotta?





[2] É curioso e contemporaneamente ridicolo, oltre all’inglese, rilevare come si stabilisca che i viaggiatori delle stazioni importanti (platinum- gold) debbano essere più soddisfatti di quelle meno importanti (silver).
[3] “Uno zoccolo e una pantofola”. Espressione usata per indicare qualcosa di male assortito, che non può funzionare bene.
04/02/2018 20:03:32
comments powered by Disqus
16.02.2018
Elvio Bombonato
La Sentenza del 14 febbraio scorso che stabilisce l’adottabilità di Viola (nome fittizio di Silvana Mossano) la bimba di Mirabello sottratta ai genitori a soli 35 giorni dalla nascita, chiudendo la vicenda dopo otto anni dall’evento scatenante, rivelatosi infondato, va rispettata e nel contempo, a...
 
04.02.2018
Nicola Parodi
Il gravissimo incidente ferroviario di Pioltello pare, molto probabilmente, sia dovuto alla rottura di poco più di 20 cm di rotaia. Dico probabilmente perchè chi ha già qualche anno sulle spalle ricorda l’attentato dell’aprile del 1975 nei pressi di Incisa Valdarno. La bomba fece saltare oltre 90 cm di...
07.01.2018
UIKI. Segreteria Nazionale
Il crollo dei vecchi equilibri in Medio Oriente La drammatica espansione dell’auto-proclamatosi Stato Islamico in Siria e in Iraq nel 2013, ha rappresentato un ulteriore passo verso l’accelerazione del collasso dell’accordo franco-britannico Sykes-Picot, che -circa un secolo fa- divise le province dell’impero...
 
22.11.2017
Marina Elettra Maranetto
I volti della violenza sulle donne hanno diversi connotati, talvolta poco riportati dalla cronaca o poco noti. Mi pare doveroso ricordare. - Gli aborti selettivi. Il dato, pur non recentissimo, quantifica in circa 100 milioni il numero di bambine non nate in Cina negli ultimi anni. Le...
22.11.2017
Elvio Bombonato
La frequentazione tra Leopardi 32enne e Fanny a Firenze nel 1830, in V Liceo Linguistico la raccontavo così. Fanny era una nobildonna, bellissima, colta, sposata, ritenuta di facilissimi costumi, pur non essendo mai andata in spiaggia. Costei riceveva Leopardi nel suo boudoir (salotto privato) e lo...
 
05.11.2017
Gianni Ferraris
Possiamo dire che per l’ANPI il 2017 segna un passaggio epocale. Per la prima volta, alla buon’ora, una donna, Carla Nepolo, è Presidente dell’Associazione. Il fatto che non sia stata partigiana è ininfluente per ovvie questioni anagrafiche. Per questo ANPI decise di aprire le porte anche ai non partigiani,...
06.10.2017
Filippo Boatti
Ieri sera 5 ottobre 2017, a partire dalle 21.15, Rai Tre (per iniziativa di Lucia Annunziata) ha meritoriamente trasmesso in prima visione assoluta in Italia la prima parte dell’ultimo lavoro di Oliver Stone. Per questa intervista-documentario - un montaggio di interviste realizzate fra il 2015 e il...
 
02.08.2017
Agostino Spataro
Nel marzo 1981, Abu Ayad capo dei servizi di sicurezza dell'Olp, ricevette nella sua abitazione di Beirut, una delegazione parlamentare unitaria (DC, PCI, PSI, PDUP, PR) così composta: "La delegazione, in missione in Libano, incontrò Abu Ayad il 5 marzo 1981. Era guidata dall’on. Giuliano Silvestri...
08.07.2017
Elvio Bombonato & Walter Ottria
Il consigliere regionale Ottria ci ha fatto pervenire queste sue brevi note, molte critiche con la ufficializzazione del c.d. “Piano Cave” all’indomani dell’apposita “Conferenza dei Servizi”: “Il consigliere regionale Walter Ottria non ci sta. Secondo il capogruppo di 'Articolo 1 - Mdp' il Piano cave...
 
07.07.2017
Marina Elettra Maranetto
E’ neutro il progresso che si evolve attraverso i risultati della ricerca scientifica in ogni campo mentre non sempre lo è l’uso che se ne fa.La medicina offre rimedi impensabili, fornisce al corpo pezzi di ricambio e tecniche chirurgiche sostenute da strumenti sempre più perfezionati, le macchine possono...
Segnali
Nell’ambito della “Calende e non solo... in musica - Rassegna concertistica internazionale per Chitarra...
Alessandro Gassman e Marco Giallini sul grande schermo ...
Al Teatro Sociale tornano i tanto attesi appuntamenti del Sabato Pomeriggio in Famiglia quest'anno una...
Segnaliamo un articolo comparso sulla rivista economiaepolitica.it in cui si sostiene la tesi che le...
Segnaliamo un interessantissimo articolo di Rosa Canelli e Riccardo Realfonzo sulla crescente disuguaglianza...
Il Forum dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio annuncia che il Gruppo di Lavoro Tecnico-Scientifico...
Segnaliamo un interessantissimo articolo del prof. Felice Roberto Pizzuti docente di Politica Economica...
I MARCHESI DEL MONFERRATO NEL 2018 Si è appena concluso un anno particolarmente intenso di attività,...
Stephen Jay Gould Alessandro Ottaviani Scienza Ediesse 2012 Pag. 216 euro 12​ New York, 10 settembre...
Segnaliamo un interessante articolo comparso sulla rivista online economiaepolitica http://www.economiaepolitica.it/lavoro-e-diritti/diritti/scuola-sanita-e-servizi-pubblici/servizio-sanitario-nazionale-a-prezzo-regionale-il-paradosso-del-ticket/...
Segnaliamo, come contributo alla discussione, un interessante articolo comparso sul sito “Le Scienze.it” Link:...
Il Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” presenta il suo nuovo progetto per il 2018: le celebrazioni...
Segnaliamo un interessante articolo comparso sulla rivista online economiaepolitica http://www.economiaepolitica.it/politiche-economiche/europa-e-mondo/la-ripresa-e-lo-spettro-dellausterita-competitiva/...
DA OGGI IN RETE 2500 SCHEDE SU LUOGHI, MONUMENTI E PERSONAGGI A conclusione di un intenso lavoro, avviato...
Segnaliamo il libro di Agostino Spataro, collaboratore di Cittàfutura su un argomento sempre di estrema...
News dai media nazionali:
Ultime Notizie
facebook
"Citta` Futura on-line" è la testata giornalistica dell`associazione Citta` Futura registrata 
in data 20 gennaio 2012 con atto n°1 presso il Registro della Stampa del Tribunale di Alessandria.
Redazione Mobile:  +39.3351020361 (SMS e MMS)  - Email: cittafutura.al@gmail.com 

Oltre le informazioni. Opinione ed approfondimento.